I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Trekking Isole Eolie

I sentieri di Eolo: le migliori escursioni da fare in sette giorni alle Eolie

 Una escursione al giorno in compagnia di guide esperte, per un trekking tra antiche mulattiere e ceneri vulcaniche. 

 Di seguito potete visionare la nostra proposta nel dettaglio:

I sentieri delle Eolie in sette giorni di trekking

1° giorno : Arrivo a Lipari. Sistemazione nelle camere.  

2° giorno : colazione. Escursione a Lipari. Itinerario: “Il Caolino di Lipari”

 Tempo di percorrenza: 3,5 ore.   Lunghezza km: 6,5.   Difficoltà: T/E 

Partenza in bus dall’hotel. L’escursione inizia nella frazione di Quattropani e tocca alcune delle località più suggestive dell’isola come le antiche cave di Caolino, senza dubbio una delle zone più particolari di Lipari per il colore delle sue rocce e la presenza di alcune fumarole ancora attive. Si prosegue poi per il “Palmeto” unico lembo di terra dove crescono ancora le palme nane, le uniche spontanee del Mediterraneo centrale. Da qui il sentiero risale in direzione delle Terme di S. Calogero, luogo in cui già nell’antichità l’acqua termale, che qui sgorgava copiosamente, veniva utilizzata per i suoi effetti benefici. Pranzo a sacco. Pomeriggio Libero. Cena e pernottamento.

3° giorno : colazione. Escursione Salina. Itinerario: “La Montagna delle Felci”

 Tempo di percorrenza: 4/5 ore.   Lunghezza km: 8   Difficoltà: E

 Partenza in barca per l’isola di Salina. Il percorso inizia dal piccolo abitato di Valdichiesa.  Una strada asfaltata conduce al santuario della Madonna del Terzito.  Alle spalle del santuario ha inizio una vecchia mulattiera che conduce a Monte Fossa delle Felci, che con i suoi 962 metri è la cima più alta delle isole Eolie. Lungo il sentiero sarà possibile osservare diverse specie botaniche tipiche della macchia mediterranea, boschi di Castagni e distese di felci. Pranzo a sacco. Rientro a Lipari nel tardo pomeriggio. Cena e pernottamento. 

4° giorno : colazione. Escursione a Vulcano. Itinerario : “Trekking sul Gran Cratere”

 Tempo di percorrenza: 3,5 ore.   Lunghezza km: 7,5   Difficoltà: T/E

 Partenza in barca per l’isola di Vulcano. Dal porto la strada asfaltata conduce verso l’interno dell’isola da dove inizia il sentiero che permette di raggiungere la cima del cratere “La Fossa”. Da subito ci si rende conto di essere in un luogo unico al mondo, si cammina sulla polvere vulcanica, tra le ginestre e con lo sguardo libero di spaziare tra tutte le isole dell’arcipelago. Sulla sommità l’ambiente sembra un “ paesaggio lunare”, con polveri e pietrisco. Lungo la circonferenza del cratere vi sono emissioni solfuree gassose di colore giallo, segnale evidente della presenza di zolfo. Pranzo a sacco. Nel pomeriggio visita dei fanghi naturali (con possibilità di fare un bagno), famosi per l’effetto rigenerante della pelle. Rientro a Lipari nel tardo pomeriggio. Cena e pernottamento. 

5° giorno : colazione. Escursione a Lipari. Itinerario: “I Duomi Vulcanici”

 Tempo di percorrenza: 4,5 ore.   Lunghezza km: 8 km   Difficoltà: T/E

 L’escursione prende il via da Lipari centro, si risale il fianco del monte “Gallina” fino ad arrivare sulla costa sud-occidentale dell’isola. Da qui panorami stupendi si aprono sulla falesia, e poco più avanti sui “Faraglioni di Lipari”. Proseguendo nella fitta macchia si giunge nella zona conosciuta come “l’Osservatorio” per la presenza dell’osservatorio geofisico dell’INGV. Si torna nuovamente sulla costa e si procede in direzione dell’abitato di Lipari dove si arriverà dopo aver effettuato un breve giro tra i vicoli più antichi del centro. Pranzo a sacco. Rientro in hotel nel pomeriggio. Cena e pernottamento.

6° giorno : colazione. Escursione a Stromboli. Itinerario : “Iddu: il faro del Mediterraneo”

 Tempo di percorrenza: 5/6 ore.   Lunghezza km: 11   Difficoltà: E 

Pranzo in hotel. Partenza in barca per l’isola di Stromboli. L’escursione ai crateri sommitali è un’esperienza davvero affascinante, che permette di ammirare un magnifico spettacolo naturale. Da millenni infatti il vulcano erutta, senza sosta, ad intervalli regolari tanto da meritarsi il nome di “Faro del Mediterraneo”. Per coloro che non intendono salire sino in cima vi è la possibilità di raggiungere la zona chiamata “Osservatorio”, una terrazza naturale dalla quale si può ammirare la parete della Sciara del Fuoco con esplosioni forti, accompagnate da rumori della lava che rotola giù sino a giungere in contatto con l’acqua, ed è proprio per lo sbalzo di temperatura che i brandelli di lava diventeranno vetro vulcanico. Cena a sacco. Rientro a Lipari. Pernottamento.

7° giorno** : colazione. Escursione a Lipari. Itinerario: “La via della Pomice” 

Tempo di percorrenza: 5 ore.   Lunghezza km: 8/9   Difficoltà: T/E 

Partenza in bus dall’hotel. Monte Pelato è l’ultimo dei vulcani attivi di Lipari, teatro di un’eruzione altomedioevale e interamente costituito da pomici, il cui fianco nord-orientale è stato “tagliato” da una colata riolitica di ossidiana. Il percorso parte da “Porticello” sede dell’ultima industria della pomice. Da qui in direzione dell’abitato di Acquacalda, si costeggia quest’ultimo fino a raggiungere i vigneti e la macchia mediterranea di Fossa Castagna, l’antico cratere, oggi ricoperto da erica (Erica arborea) e corbezzolo (Arbutus unedo). Sarà possibile poi raggiungere la cima del Monte Pelato e scendere verso l’abitato di Lami. Da questa piccola frazione una vecchia mulattiera conduce fino a Canneto. Rientro in hotel. Cena e pernottamento. 

8° giorno : colazione. Saluti, partenza.

**in alternativa ad una escursione a Lipari è possibile organizzare la visita di Alicudi e Filicudi con camminate a terra su entrambe le isole 

Contattateci per avere maggiori informazioni, o richiedere un pacchetto su misura per il vostro Trekking alle isole Eolie.